Blog: http://danielabartalucci.ilcannocchiale.it

Vendesi casa al mare

 

Il temporale di inizio estate ha graziato il fine settimana glorioso dei livornesi, nel senso che ha permesso un sabato di mare, la finale dei play off e il pieno dispiegarsi dei festeggiamenti post partita per la riconquistata serie A.

Poi nella notte tuoni, fulmini e un bell’acquazzone rinfrancare l’aria e le menti. Così la domenica mattina tutti abbiamo indugiato a letto, e in casa a chiacchere e faccende mentre i figli si stiracchiavano aspettando l’evolversi della giornata. Il figlietto sportivo ha tolto dalla tasca con cura certosina un minuscolo pezzettino di filo bianco e attorcigliato: un pezzettino della rete della porta dei tre goal, trofeo ambito che, saggiamente, ha preferito alle zolle di terra e di erba del prato del Picchi che altri hanno rastrellato sperando, mi immagino, di abbellire giardini e terrazze con quel terreno intriso di labronica gloria.

La situazione metereologica poi ha volto al bello stabile e così ci siamo spinti verso il mare, incoraggiati del sole e dal vento di terra che prometteva abbronzatura senza troppo patì il caldo e bagno in acqua cristallina.

I primi commenti mentre si aprivano gli ombrelloni e si stendevano gli asciugamani sui lettini ancora un po’ gocciolanti di pioggia sono stati tutti per la partita: “Che serata, che partita!” – “Era un pezzo che non si godeva così” – “Oh io l’avevo detto che si vinceva agili”- “Ma cosa dici, avevi una paura che ‘un sei nemmeno venuto allo stadio” “Tanto ti s’è patito steccolo, nel primo tempo con quel pallone maledetto che ‘un ne voleva sapé d’entrà in porta!”

“Sentite qua – fa la vicina di ombrellone – sempre a pensare al calcio, c’è Berlusconi che vende Villa Certosa, dice che ci si è spassionato, con tutta quella gente che gli entra e gli rufola per casa e lo spia. Che si fa, si compra noi?”

“No guarda, nemmeno noi si può comprare” risponde netto il marito “Anche noi siamo gelosi della nostra privacy, metti poi ci spiano e ci vedono mentre si fanno le gabbionate, tutti sudati gocciolanti e ci dicono che siamo rozzi e che poi si gioca anche male.. oh che figura ci si fa? Siamo andati ora ora in A…..”

A presto!

Pubblicato il 22/6/2009 alle 0.9 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web